Secondo uno studio, pubblicato lo scorso 17 maggio da Greenpeace Germania, i pannolini delle marche più diffuse conterrebbero tributilina o più esattamente tributale di stagno (Tbt), un composto che già in una percentuale di 0,001 microgrammi per litro risulta letale per gli organismi acquatici.
 
Il tributale è un composto tossico ad azione permanente che si concentra negli organismi viventi alterandone l’equilibrio ormonale e il sistema immunitario e proprio per l’elevato potere biocida, questa sostanza trova impiego nella verniciatura degli scafi delle barche allo scopo di evitare il deposito di alghe e conchiglie.


Nell’uomo può provocare l’insorgere di tumori e gravi disturbi al sistema nervoso. L’analisi di campioni di pannolini usa e getta tra le marche più diffuse in Germania, ha rilevato un contenuto di 4,2 microgrammi di tributale nei pannolini Benetton; 4,7 microgrammi nei Fixies e fino a 8,6 microgrammi di Tbt nei Pampers Baby-Dry.

Privi di Tbt e di altri composti organici di stagno sono risultati invece i pannolini delle marche Moltex & ko, Moltex Extra Dry, Boy & Girl, Babywindel e H?wi boy and Girl, tutti assenti sul mercato italiano.
E’ normale, a mio parere che in questa gara che si è creata per mantenere il bimbo più asciutto, si devono usare delle sostanze che poi tanto bene alla salute non fanno.
Questa notizia dovrebbe farci pensare a cosa mettiamo a contatto con i nostri bimbi per ben 3 anni! L’uso dei pannolini lavabili diventa una scelta ecologica, ecosostenibile ma anche salutare per i nostri figli!

Silvia (MammaEcologica)

Annunci